Scritta

Scritta

sabato 29 novembre 2014

Duo Bucolico - Mostri Sacri


La7+










Intro:  La     La7+     Re     Fa Mi   (X2)

Fa#m                              Fa
L'arte di Vecchioni non ditemi che è bella
 Lam                                      Mi
 più che un professore mi ricorda una bidella
Fa#m                        Fa
  Paolo l'avvocato c'ha la testa grossa
   Lam                                         Mi
siccome è il più stonato canta con la voce bassa
Do#7                               Fa#m
 Lucio Dalla certo non brillava di bellezza
     Si7                                  Mi
la dove il mare luccica mi mette la tristezza
Do#7                               Fa#m
poi c'è Giorgio Gaber col becco da civetta
    Si7                                     Mi
e sopra il suo sarcasmo nasconde la sua spocchia.

     Fa#m                                      Fa
Francesco De Gregori ha fatto pure dischi buoni
        Lam                          Mi
ma gli ultimi 28 a me mi rompono i coglioni
     Fa#m                              Fa
nel regno dei contorti è il principe del nulla
    Lam                                         Mi
copiava già bob dylan quando stava nella culla
  Do#7                       Fa#m
e se non siete sazi beccatevi Fossati
        Si7                                Mi
che blatera dal pulpito con l'alito dei preti
     Do#7                Fa#m
Venditti poveretto l'uomo gargarismo
   Si7                         Mi
arriva Celentano con il suo catechismo

  La         La7+      Re        Fa      Mi
No - n fida - rti mai dei mostri sacri (X2)

Fa#m                           Fa
 Rino il menestrello in ogni sua canzone
    Lam                                Mi
cantava il mare blu il vino rosso il meridione
Fa#m                                       Fa
  canta agli ubriachi anche il mitico Guccini
   Lam                                        Mi
la sua locomotiva ora si è fermata sui binari
  Do#7                   Fa#m
le notti di bologna adesso son cambiate
   Si7                               Mi
il vino costa troppo le ideologie finite
  Do#7                         Fa#m
ci resta vasco rossi che parla da un pc
       Si7                                Mi
che non è più il partito ma lui è partito si

  La         La7+      Re        Fa      Mi
No - n fida - rti mai dei mostri sacri (X2)

 Fa#m                         Fa
Il nobile De Andrè amava i derelitti
           Lam                          Mi
ma non si può criticarlo bisogna stare zitti
Fa#m                                     Fa
  lui che si è battuto contro l'omologazione
Lam                          Mi                       (Stop)
  ora è il dittatore di ogni cantautore
[Pennate Singole]
Do#7                               Fa#m
        e poi ci siamo noi                orfani dei padri
Si7                                  Mi
        è dura far canzoni         senza i mostri sacri
Do#7                              Fa#m
        dentro un'osteria        a     sparar cazzate
       Si7                                  Mi  [Riprende ritmo]
se questa è la cultura le speranze son finite

  La         La7+      Re        Fa      Mi
No - n fida - rti mai dei mostri sacri (X4)
        Fa      Mi               Fa      Mi         Fa    /    La (Chiude)
dei mostri sacri,   dei mostri sacri.

Nessun commento:

Posta un commento