Scritta

Scritta

giovedì 23 agosto 2012

Samuele Bersani - Il Fossile

Per gli altri Accordi di Samuele Bersani presenti nel blog, cliccare QUI

Intro: Re9    Dom      Mib      Re

Re9                                                             Dom
Sono nato in un teatro e ho sempre fatto il fossile
        Mib                                                                           Re
da dieci anni vesto i panni di un superstite che si risveglierà
            Re9                                           Dom
casualmente il giorno di natale del panettone al plastico
    Mib                                                                        Re
Gwyneth Paltrow ama un altro e si ricovera in una clinica

Re                                                         Dom
sono buono e vi perdono ma non voglio lacrime
   Mib                                                                Re
posso piangere da solo è tanto che non torno a casa mia
Re                                                                          Dom                
ma il mio cane non sa più annusare per la carne in scatola
Mib                                                            Re
guarda fuori i muratori dalle impalcature far la spia
       Solm                     Dom   Fa   Sib
scendi dal treno resta qui, spaventati
                            Mib      Fa        Sib
e punta un po' di soldi anche su Dio
          Dom           Sib        Mib         Sib
scommetti a nome mio non ti ricorderai
     Mib                       Dom   Fa  Sib
chi sei di colpo cambierai abitudini
                    Solm Fa Dom
non hai avuto le vertigini
                         Mib        Fa               Sib
sopra la Torre Eiffel perché c'era foschia...

Mi    Rem    Fa    Mi
Mi                                                               Rem
ho tre madri e sette padri e un direttore artistico
   Fa                                                                                    Mi
che mi sta per procurare un personaggio nuovo e una pubblicità
Mi                                                                 Rem
la campagna elettorale mangia qualsiasi spazio libero
        Fa                                                                            Mi
sopra i muri non c'è traccia della mia faccia ma in tutta la città
Mi                                                         Rem
sono buono e vi perdono ma non voglio lacrime
   Fa                                                                     Mi
posso piangere da solo è tanto che non torno a casa mia
Mi                                                            Rem
tutti in coro è un capolavoro la tua vena comica
                      Fa                                             Mi
sembra prendere davvero di sicuro la malinconia

       Lam                     Rem   Sol     Do
scendi dal treno resta qui, spaventati
                            Fa        Sol       Do
e punta un po' di soldi anche su Dio
          Rem           Do        Fa           Do
scommetti a nome mio non ti ricorderai
      Fa                       Rem    Sol   Do
chi sei di colpo cambierai abitudini
                    Lam  Sol Rem
e dal silenzio ci comunichi
                 Sol              Mi    Rem    Fa    Mi (X2)
che la felicità

Nessun commento:

Posta un commento